Con euribor negativo il tasso può diventare minore dello spread | Calcolatore mutui

Con euribor negativo il tasso può diventare minore dello spread

Il mese scorso alcuni giornalisti alla ricerca di titoli sensazionalistici lo avevano definito come “il possibile nuovo millenium bug”. I sistemi informatici che gestiscono le transazioni finanziarie non sono stati progettati per gestire tassi interbancari negativi, quindi si paventava un tilt del sistema finanziario. Con buona pace delle cassandre questo pare che finora  non stia accadendo.
C’è tuttavia un tasso che è stabilmente negativo ormai da diverso tempo che interessa chi ha un mutuo a tasso variabile, l’euribor a 1 mese. , e siccome il tasso applicato per calcolare la rata di un mutuo è dato calcolato come somma di tasso e spread la domanda sorge spontanea:
Il tasso finito può scendere sotto lo spread?

Cosa vuol dire che l’euribor è negativo?

L’euribor è il tasso a cui le banche si prestano i soldi tra loro, che questo tasso sia negativo significa che le banche sono disposte a pagare per prestare soldi ad altre banche. E’ un paradosso, ma come spiegato in un passaggio di questo articolo de “Il sole 24 ore”, tenerli parcheggiati presso la BCE ha un costo maggiore, e un bund tedesco ha un rendimento negativo dell’ 0.35%.

Questione di clausole e arrotondamenti

In un contratto di mutuo a tasso variabile, oltre al tasso di indicizzazione (euribor 1mese, 3 mesi, tasso bce ecc…) la banca indica anche come è calcolato il tasso da applicare per il calcolo della singola rata. L’euribor infatti viene aggiornato ogni giorno, quindi è necessario stabilire quale valore applicale il giorno in cui si calcola la rata, è quindi specificata la base di calcolo, che può essere la media del tasso nell’ultimo mese o nei due mesi precedenti la rata, il valore del tasso l’ultimo giorno del mese, ecc..

Siccome poi su grandi cifre come quelle solitamente erogate per un mutuo i decimali contano, deve essere specificato l’arrotondamento applicato a tale calcolo, che solitamnete è indicato come l’n esimo decimale superiore. Ad esempio con un arrotondamento allo 0.1 superiore un tasso dell’ 0.04% sarebbe arrotondato a 0.1%.  Il punto è che superiore non significa necessariamente positivo.  Molti mutuatari il mese scorso si chiedevano cosa sarebbe successo alla loro rata.

Cosa è successo ai tassi applicati ai mutui?

Per quanto riguarda i nuovi contratti, molte banche sono corse ai ripari inserendo la clausola che il tasso finale non può essere minore dello spread, ma per alcuni contratti in essere è successo. Alcuni mutuatari si sono ritrovati rate calcolate con un tasso di indicizzazione negativo. Ciò comporta diminuzioni della rata di piccola entità, ma è stata comunque una piacevole sorpresa per i sottoscrittori di mutui a tasso variabile, ciò che è certo e che ci aspetta ancora un periodo di tassi bassi (oggi anche l’euribor 3 mesi è sceso sotto lo 0) quanto con esattezza non ci è dato saperlo
Vi lascio con uno screenshot del resoconto dell’ultima rata pagata,rata gentilmente fornitaci dl sottoscrittore di un mutuo indicizzato all’euribor 1 mese calcolato prendendo il valore all’ultimo giorno del mese, arrotondato allo 0.02 superiore, come potete vedere, quello che era impensabile poco tempo fa, è accaduto.

mutuo-tasso-negativo

E a voi che avete un mutuo a tasso variabile com’è andata? Andate a vedere cosa dice il vostro contratto di mutuo e fateci sapere, se vi va, come si è comportata la vostra banca lasciando un commento.

87 Thoughts on “Con euribor negativo il tasso può diventare minore dello spread

  1. Stefano on 21 febbraio 2017 at 3:49 pm ha detto:

    Ciao a tutti,
    io ho avuto lo stesso problema, me ne accorsi a Febbraio dello scorso anno (2016).
    Contattai telefonicamente il call center al numero 800264264 che mi dissero di scrivere alla mail infomutui-Italia@unicredit.eu. Li contattai anche per altri motivi e ora non ricordo se specificai che era anche per questo problema dell’Euribor negativo ma mi sembra di sì. Comunque, nella mail che inviai a quell’indirizzo (io non ho una PEC ma una semplice email di hotmail) descrissi anche questo problema.
    Le richieste di spiegazioni/informazioni erano 3 e, dopo diverse mail di botta e risposta, ebbi la spiegazione su 2 di queste ma non riguardo l’Euribor negativo. Le altre questioni furono chiarite entro il 11/03/2016. La prima mail la inviai il 03/03/2016 e dovetti sollecitarli, allo stesso indirizzo email, per il discorso dell’Euribor negativo, il 22/03/2017. Al mio sollecito risposero dopo una decina di minuti dicendo che avevano inoltrato la richiesta all’ufficio competente. La risposta dall’ufficio competente (UniCredit – Italia – Cus.Sat E Claims Ter. Centro) arrivò il 05/04/2016 tramite un altro indirizzo di posta elettronica che era, o lo è ancora, proprio della persona che si occupa di determinate problematiche (almeno lo credo io visto che mi rispose sempre la stessa persona dallo stesso indirizzo). Mi si disse che il riaccredito, secondo i loro calcoli, sarebbe stato di 34,25 “pari alla differenza interessi”. Anche a me suonò strano che fosse così basso il riaccredito, così riscrissi e mi inviarono (11/04/2016) una mail nella quale mi chiarirono i miei dubbi e mi hanno fatto capire che avevo fatto io delle considerazioni sbagliate. Fu utilissimo il fatto che mi mandarono un excel con l’ammortamento nuovo e quello vecchio ( che era sbagliato da un certo punto in poi per via dell’Euribor negativo), e dei loro conteggi sulla differenza interessi/capitale e altri calcoli per capire meglio il conteggio e il riaccredito da effettuare. In realtà non ti riaccreditano niente ma ti diminuiscono una rata per quello che hai pagato effettivamente in più.
    Dal foglio excel si capisce che nelle rate sbagliate si paga di più di interessi ma anche che si paga meno di capitale, quindi il riaccredito è una differenza tra i 2. Con l’excel, per chi ha un pò di pratica con i numeri e con la contabilità, è abbastanza chiaro. Per me lo è stato più di una mail che, aldilà delle mie considerazioni, mi aveva fatto intendere altro: mi fecero intendere (almeno così io capii) che il riaccredito sarebbe stato di 34,25 ma in realtà non è così, o meglio lo è perchè te li ridanno effettivamente ma non mi dissero che veniva tolto dal “riaccredito” quelli di mancato addebito del capitale (alla fine furono circa 20€). Solo l’ultima mail con allegato l’excel è stata chiara, anche se qualche dettaglio nell mail è stato tralasciato e l’ho capito solo con i numeri e con un pochino di conoscenza della contabilità. Dovete considerare sempre che il mutuo è formato da una quota capitale e una quota interessi e che entrambe variano al variare del tasso applicato. Con questo excel ora posso anche tenere sotto osservazione le rate del mio mutuo.
    Spero di essere stato chiaro e utile.

  2. Giacomino on 2 gennaio 2017 at 9:47 am ha detto:

    Salve a tutti e buon anno.
    Anche io (banca Unicredit) mi trovo con mutuo variabile legato ad euribor 3m. Ovviamente finora mi hanno contato euribor come se fosse rimasto pari a zero.
    Ho mandato raccomandata A/R a fine novembre: non mi hanno ancora risposto; ma ho visto che sul portale on line della banca nel mio profilo hanno aggiornato le rate con euribor negativo (lo vedo dall’importo finale della rata mensile, non dall’euribor che non viene indicato).
    Chiedo è normale che non abbiano risposto e soprattutto il rimborso dei maggiori interessi quando avviene ? Mi viene il dubbio che non vogliano rimborsali ?

    Grazie

    • Massimo on 3 gennaio 2017 at 3:42 pm ha detto:

      Ciao! la risposta ti arriva per mail, nel mio caso dopo pochi giorni dall’invio della raccomandata a Bologna, e i soldi relativi ai maggiori interessi ingiustamente pagati te ti stornano dalla rata del mutuo. A me hanno ‘restituito’ circa 40€ se non ricordo male; purtroppo devi fidarti dei calcoli che fanno loro perché sono calcoli un po’ difficili da fare. Se ti hanno ricalcolato la rata con l’euribor negativo stai tranquillo ti restituiranno anche qualche soldo ma se non fosse così non perdere tempo e rivolgiti a qualche associazione di consumatori!
      …e cambia banca appena possibile!

      • Giacomino on 5 gennaio 2017 at 9:01 am ha detto:

        A me via mail non hanno risposto assolutamente. Spero sia dovuto solo al fatto che a Dicembre ci sono delle feste di mezzo. La raccomandata l’hanno ricevuta il 2 dicembre. Quindi è già passato un mese. Per i calcoli in teoria sarei capace da solo di farli in quanto ho una certa dimestichezza: dovrebbero ridarmi 300 e rotti euro per maggiori interessi. Resto perplesso della mancata risposta anche se la rata dicembre è stata calcolata correttamente.

  3. Massimo on 27 maggio 2016 at 8:14 pm ha detto:

    Questa sera mi è arrivata la mail da Unicredit in cui mi si dice che la banca”senza entrare nel merito della questione sollevata” accoglie la mia richiesta ”per mero spirito conciliativo” e che nei tempi tecnici necessari farà gli opportuni aggiornamenti. Quindi dopo 9 giorni dalla spedizione della raccomandata la situazione si è sbloccata e ora aspetto di vedere quanto più basse saranno le rate e di quanto sarà la somma degli interessi pagati in più (disonestamente!!!) che mi sarà accreditata.
    Se ancora non lo avete fatto andate in posta a spedire la raccomandata col reclamo!

    • Davide on 31 maggio 2016 at 7:04 am ha detto:

      Bene Massimo sono felice!!
      Hanno proprio la risposta pre-impostata….
      dai che pian piano ” per mero spirito conciliativo” dovranno adeguare le rate a tutti i mutuatari!… hahah

    • Alessio on 20 giugno 2016 at 11:02 am ha detto:

      Ciao posso chiederti una cosa, se mi potresti dare il modello della lettera che hai presentato ad Unicredit per il riconsegnino delle rate. Grazie mille

    • Alessandro on 12 luglio 2016 at 8:42 am ha detto:

      Io ho fatto reclamo il 17/06, devono ancora rispondermi. Hanno fatto di tutto per non farmi fare il reclamo, ho ricevuto un sacco di telefonate in cui mi chiedevano di attendere, che avrebbero sistemato, che era un problema informatico, ecc. ecc. Alla fine ho capito che per avere una risposta certa avrei dovuto fare il reclamo. Ora attendo la risposta, eventualmente provo con l’arbitrato, e poi vado di surroga su altra banca, Unicredit ha perso la mia fiducia!

      • Massimo on 14 luglio 2016 at 12:21 pm ha detto:

        Hai controllato la tua mail? perché la risposta arriva on line, loro non spendono i soldi come noi per una raccomandata con ricevuta di ritorno… a me hanno risposto dopo 4/5 giorni e nel giro di un mese mi hanno ricalcolato le rate col giusto tasso e restituito 40€ di interessi pagati ingiustamente. Anch’io come te cambierò banca entro l’estate, con me Unicredit ha chiuso!

        • Alessandro on 15 luglio 2016 at 7:51 am ha detto:

          Ho fatto il reclamo tramite pec, quindi mi aspetto una risposta via pec o quantomeno tramite mail. Comunque ad oggi nessuna risposta. Soltanto quella della Banca d’Italia (classica risposta prestampata) a cui avevo indirizzato il reclamo per conoscenza. E il 4/8 ho l’appuntamento dal notaio per la surroga. A me hanno detto che la surroga è completamente gratuita. Spero proprio che unicredit non mi addebiti niente, nemmeno le spese per la “trasferta” del loro procuratore dal notaio … altrimenti altro reclamo!

          • davide on 15 luglio 2016 at 9:25 am ha detto:

            Alessandro strano che dopo 30 gg tu non abbia ottenuto alcuna risposta….sono i classici 30 gg in cui DEVONO darti un responso! In media entro 15 gg rispondono…prova a contattarli via telefono!!

          • Alessandro on 19 luglio 2016 at 5:38 pm ha detto:

            Il 32° giorno è arrivata la risposta:” …senza entrare nel merito della questione sollevata e per mero spirito conciliativo, ha inteso accogliere la Sua richiesta….”. E’ proprio vero, risposte preconfezionate.

          • Massimo on 20 luglio 2016 at 3:19 pm ha detto:

            Bene, e anche tu non gliela hai fatta passare liscia! Mi domando però quanti ancora stiano ‘dormendo’…

      • Nadia on 21 luglio 2016 at 9:28 am ha detto:

        Io ho spedito il reclamo il 9/06 con racc a/r, sempre di Unicredit stiamo parlando! il 15 giugno mi hanno scritto via mail dicendo che avrebbero dato massima attenzione e mi avrebbero risposto nel più breve tempo possibile e comunque entro i termini, non ho ricevuto ancora nulla!!! dovrò rivolgermi all’arbitro bancario finanziario!

        • Massimo on 22 luglio 2016 at 12:44 pm ha detto:

          Non dargli tregua!!! Poi scrivici gli aggiornamenti e in bocca al lupo

          • Nadia on 29 luglio 2016 at 4:17 pm ha detto:

            è arrivata la raccomandata un paio di giorni fa’… accettano per mero spirito conciliativo! e nella rata addebitata oggi hanno già conguagliato l’importo degli interessi pagati in più, si parla di quasi 60 euro …

          • Massimo on 29 luglio 2016 at 9:02 pm ha detto:

            Altra bella notizia direi! Un applauso a noi ;-)

    • Matteo on 22 luglio 2016 at 10:58 am ha detto:

      Stessa cosa è successa a me…
      Inizialmente applicavano lo spread… dopo mia segnalazione via mail hanno risposto allo stesso modo e corretto la rata.

  4. Alessandro on 19 maggio 2016 at 9:08 am ha detto:

    Ho ricevuto lettera di Unocredit in cui dicevano che per spirito conciliativo accettavano il mio reclamo ( il reclamo era per rata del muto variabile che cresceva mentre l’euribor a tre mesi diventava sempre più negativo ) …. ma oggi , prima rata successiva alla lettera di cui sopra, è arrivata rata ancora più alta !!!
    a voi dopo la lettera di conciliazione, cosa è accaduto ?

    • Massimo on 19 maggio 2016 at 11:50 am ha detto:

      Non so cosa possa essere successo, magari qualche spesa accessoria tipo la spedizione a casa dell’attestazione interessi per il 730… io andrei a chiedere in filiale. A me non hanno risposto ma ho spedito la raccomandata solo ieri. Attendo fiducioso.

    • Davide on 20 maggio 2016 at 9:38 am ha detto:

      Ormai deduco abbiano lo stesso standard di risposta per tutti questi BENEFATTORI….ci potrebbero regalare sopra anche un bel biglietto da 500€ ormai che ci sono…..vergognosi!!

      Comunque a me la rata è stata aggiornata dopo circa1 mese dalla splendida risposta ricevuta …per mero spirito conciliativo… :-)
      Oltretutto decurtata della quota interessi pagata in piu’ in tutti questi 12 mesi….per cui torna alla ribalta e fatti valere!!!! Chiedi indietro tutto cio’ che hai pagato in piu….a me la rata è scesa di 10€ ed hanno decurtato con il mese di Aprile anche 52 € di interessi pagati in piu’!!
      Ora con le rate aggiornate mi trovo OK con i dati!!

      • Marzia on 26 maggio 2016 at 7:55 pm ha detto:

        Io ho mandato una raccomandata a Unicredit, fatto reclamo in agenzia, su Twitter, fb, ovunque. Nulla peró è successo. Dove posso trovare lettere come le vostre da portare in filiale e dimostrare che altri hanno ricevuto responso positivo?

        • Massimo on 30 maggio 2016 at 6:37 pm ha detto:

          Cosa hai scritto nella raccomandata? Per legge hanno 30 giorni per darti risposta. Ovviamente devi essere certa di non avere nessun tasso floor in contratto. Facci sapere

  5. Ugo on 20 aprile 2016 at 12:26 pm ha detto:

    Buongiorno, una domanda semplice alla quale non so dare risposta: mutuo con UBI del 2007, tasso praticamente azzerato, euribor negativo e spread che da 1.5 scende a1.4.
    col 1° aprile Euribor scende -2.4.
    La variazione dello Spread la si deve calcolare su valore di partenza ( 1.5 ) o su quello in essere ( 1.4 )?

    Non riesco a capirlo e la Banca mi fa tutto un panegirico…….

    Grazie
    Ugo

    • Dario Pietraroia on 20 aprile 2016 at 12:50 pm ha detto:

      Come spiegato in questo link il tasso finito è dato dalla somma di tasso più spread.
      Lo spread indicato nel contratto solitamente non scende mai, è il tasso che cambia a seconda del valore dell’euribor
      Qundi se lo spread è 1,5 il tasso sarà 1,5 – euribor. Dipende poi se prendono l’ultimo valore del mese o la media dei valori del mese precedente e come arrotondano, ma supponendo la media del mese precedente dovrebbe avere un tasso finito di 1.5-0.2 = 1.3
      Nel suo contratto di mutuo dovrebbe esseci la dicitura esatta di come viene calcolato il tasso.

      • davide on 20 aprile 2016 at 2:45 pm ha detto:

        grazie Dario per l’info. Si il calcolo del tasso riesco a calcolarlo in quanto ho spread di 1 + euribor3 mesi arrotondato allo 0.05 superiore. il mio problema è calcolare la quota interessi mese per mese… cioè l’importo corretto che avrei dovuto pagare! Magari è un’operazione piu’ facile da dirsi che da farsi ma sinceramente non me ne intendo. Se cortesemente voi che siete piu’ afferrati in materia mi date qualche dritta vi ringrazio! non gli lascero’ manco 1 cent a sti ladroni…

        • Dario Pietraroia on 20 aprile 2016 at 3:09 pm ha detto:

          Non è così complicato come sembra. Suppongo che ad ogni rata del mutuo tu abbia una notifica per il pagamento dalla quale puoi leggere il capitale residuo e la quota interessi pagata.
          La quota interessi ad ogni rata è uguale a CAPITALE RESIDUO * TASSO / 100 /12 , questo perchè gli interessi li paghi sempre sui soldi che ancora devi restituire alla banca.
          Se ad esempio il capitale residuo è 80000 euro e il tasso è 1,4% allora la quota interessi
          sarà: 80000 *1,4 /100 /12 = 93,33 € .
          Confrontalo con quanto ti ha fatto pagare di interessi la banca e saprai quanto ti deve per ogni rata.

  6. Davide on 20 aprile 2016 at 12:25 pm ha detto:

    Altra news appena comunicata dalla mia agenzia UNICREDIT!
    il rimborso dell’ammontare degli interessi pagati erratamente, da Aprile 2015 ad oggi, mi informano che sarà decurtato dall’importo della rata del corrente mese, non mi verrà fatto nessu riaccredito. Hanno quantificato l’importo in circa 50 € … la vedo un po’ dura procedere io al ricalcolo non essendo afferrato per nulla in materia…mi dovro’ fidare di quanto mi dicono!

  7. luigi on 17 aprile 2016 at 4:17 pm ha detto:

    Ciao a tutti, anch’io nel club dei clienti con mutuo Unicredit senza clausole di annullamento dell’euribor se negativo. Ad inizio marzo, dopo mesi trascorsi a sentire le chiacchiere del direttore della mia filiale, il quale asseriva che “maggiorato dello spread” non significava sommare (nella sua lingua), ho inoltrato reclamo via mail ordinaria. Dopo circa 30gg mi hanno inviato una raccomandata con cui mi facevano il favore di accettare per puro spirito conciliativo. Ora attendo i calcoli e i rimborsi. Quasi li devo ringraziare e scusarmi del disturbo. In ogni caso ho già deciso: attendo che regolino tutto a norma di legge e poi, per principio, chiudo il conto e chiedo la surroga… :D

    • Massimo on 19 aprile 2016 at 2:17 pm ha detto:

      Belle notizie anche per te! Anche io avevo pensato di fare una surroga ma non ho trovato una banca che mi offrisse condizioni migliori, quindi, lo manterrò in Unicredit… ad oggi almeno.
      Una cosa farò certamente, restituirò la loro carta di credito e mi farò quella di Altroconsumo, sempre Visa ma dai costi enormemente più bassi.
      Io sono ancora in attesa della risposta della banca.

    • alessandro on 16 maggio 2016 at 5:06 pm ha detto:

      anche io ho ricevuto lettera in cui dicevano che per spirito conciliativo accettavano il mio reclamo …. ma oggi , prima rata successiva alla lettera di cui sopra, è arrivata rata ancora più alta !!!
      a voi dopo la lettera di conciliazione, cosa è accaduto ?

    • alessandro on 16 maggio 2016 at 5:07 pm ha detto:

      anche io ho ricevuto lettera in cui dicevano che per spirito conciliativo accettavano il mio reclamo …. ma oggi , prima rata successiva alla lettera di cui sopra, è arrivata rata ancora più alta !!!
      a voi dopo la lettera di conciliazione, cosa è accaduto ?

  8. Massimo on 16 aprile 2016 at 12:45 pm ha detto:

    E’ la stessa domanda che mi sono posto anche io! La mia amica che lavora in banca, rifacendomi i conteggi delle rate, ha arrotondato allo 0.05 superiore quindi più vicino allo zero, però il dubbio rimane. A chi potremmo rivolgerci per un parere più autorevole secondo voi?
    Sono contento che anche a te Roberto sia andata bene, non vedo l’ora arrivi il mio turno.

  9. dAVIDE on 15 aprile 2016 at 7:58 am ha detto:

    Roberto bene!! pure a me hanno risposto in questo modo….na bella presa per i fondelli!
    Effettivamente pure io ho arrotondamento allo 0.05 superiore, io per logica lo calcolo piu’ vicino allo zero pero’ effettivamente il tuo discorso non fa una piega. Potrebbe essere invece anche per la parte opposta ovvero ancora piu’ in negativo!

  10. roberto on 14 aprile 2016 at 3:49 pm ha detto:

    Vi confermo che ho ricevuto risposta da Unicredit al reclamo con esito positivo, loro scrivono: per puro merito concigliatorio e senza entrare nel merito accettiamo …..
    Ora chiedo a voi se sia il caso di valutare o meno un reclamo per l’applicazione dell’arrotondamento allo 0.05 superiore, ma qualè il valore superiore di un numero negativo? è più vicino allo zero oppure l’euribor diventa ancora più negativo?

  11. Selene on 14 aprile 2016 at 6:48 am ha detto:

    Precisazione io ho fatto mutuo Unicredit (nel 2011) ma non tramite agenzia bancaria (presso la quale ho comunque dovuto aprire il tradizionale conto corrente bancario) ma tramite una società di intermediazione bancaria (promotore o quant’altro che non riuscirei ben a definire che vendeva prodotti di vario tipo bancario ed assicurativo anche finanziamenti personali) che nel frattempo ha chiuso i battenti causa crisi: il titolare ora ha aperto una pizzeria.
    Domanda: quando faccio ricorso secondo voi devo comunque indicare la mia attuale agenzia (filiale) bancaria come punto di riferimento ? Non vedrei altre soluzioni d’altra parte. Considerate che il mutuo è Unicredit originale al 100% con tanto di regolare atto notarile e tutto il resto.

    • Dario Pietraroia on 14 aprile 2016 at 10:50 am ha detto:

      Quello a cui ti sei rivolto era un mediatore creditizio, che ha appunto svolto il ruolo di mediatore tra te e la banca, ma il contratto di mutuo tu ce l’hai con la banca.

  12. DAVIDE on 13 aprile 2016 at 2:25 pm ha detto:

    AGGIORNAMENTO odierno per la mia pratica Unicredit :

    Finalmente dopo il reclamo inviato ai primi di Febbraio oggi ho potuto visionare l’adeguamento delle rate con il valore corretto del parametro EURIBOR NEGATIVO … in sostanza, con la sola rata di Aprile, alle mie condizioni, la rata è scesa di ben 10,80 € !! Sti ciufoli…fanno piu’ che comodo in tasca mia !

    Per quanto riguarda il riaccredito delle quote pagate in eccesso NON ho ancora ricevuto nulla…ora ho messo alle strette il direttore…vediamo!

    Selene, il reclamo lo puoi fare sia on line che tramite Raccomandata, indirizzandola al servizio Reclami!
    Io personalmente ho presentato Racomandata a/r ed ho unito la copia del contratto del Mutuo!

    • Massimo on 13 aprile 2016 at 6:47 pm ha detto:

      Una bella notizia finalmente!
      All’incirca quanto tempo è passato dal tuo reclamo al ricalcolo della rata? adesso vediamo quanto ne passerà prima che ti riaccreditino il maltolto… quasi 11€ sono una bella cifra, pensa te se la moltiplichi per tutti quelli che non se ne accorgono, quanti soldi si mette in saccoccia Unicredit!!! non dico che a tutti il ricalcolo porterà un taglio simile (a me per esempio dovrebbero togliere al massimo 4 o 5€ credo), ma comunque sono un sacco di soldi che vengono trattenuti ingiustamente!

      • Selene on 14 aprile 2016 at 6:42 am ha detto:

        Ottime notizie davvero. A me facendo due conti le rate dovrebbero calare di 15-20 euro ogni mese (a seconda degli arrotondamenti): ora come ora pago rate attorno a 530 euro mensili ma in origine del mutuo ho pagato anche 720 euro al mese. Il mio è a rate crescenti: coi tassi attuali potrei pagare anche 950 euro al mese tra qualche anno.
        Comunque considerato che da aprile 2015 fino ad oggi aprile 2016 l’euribor è calato dallo 0% a circa -0,245% ho stimato che Unicredit si sia indebitamente trattenuta una somma di almeno 100 euro relativamente al mio mutuo. Se considerate tutti i clienti con mutuo Unicredit e che la cosa è generalizzata ad ogni gruppo bancario, a mio parere prima o poi scoppierà un bel problema da risolvere: le banche troveranno il modo per correre ai ripari (vedasi quello che stanno facendo a loro favore in tutti i modi leciti o meno negli ultimi anni).

        • Davide on 14 aprile 2016 at 1:55 pm ha detto:

          Guarda io il reclamo l’ho inoltrato a fine Gennaio tramite raccomandata A/R presso la sede di Verona, la risposta ( tra l’atro molto ironica che sa molto da presa x i fondelli ) l’ho ricevuta dopo circa 20 gg e comunque entro i 30 gg da me indicati come termine massimo.
          Io anche ho stimato all’incirca un 100€ di interessi pagati in eccesso da Aprile 2015 a Marzo 2016, attendo il rimborso che spero avvenga prima possibile. Io ho stipulato il mutuo nel 2005 ed attualmente viaggio attorno a 0.80 di tasso finito, piu’ che bene direi!
          Effettivamente se pensiamo a quanta gente stanno fregando questi ladri in tasca hanno migliaia di € di cui si sono impropriamente impossessati.
          Per quanto mi rguarda sto avvisando piu’ persone possibili di tale fatto, è giusto che la gente sia al corrente di tali truffe!

  13. Roberta on 12 aprile 2016 at 9:08 am ha detto:

    Eccomi con il “resoconto” dell’incontro con Unicredit.
    Dunque, come era ampiamente prevedibile è stata rifiutata la mia richiesta di negoziazione. La motivazione ufficiale è che ho uno spread già basso, quella ufficiosa (a mio modestissimo parere) è che non essendo loro correntista non hanno alcun interesse nel trattare con me.
    Per quanto riguarda invece la richiesta di adeguamento dell’euribor mi hanno detto che devo esporre reclamo attraverso il sito internet, cosa che ho già fatto, inoltrando il tutto poi alla persona con cui ho avuto l’incontro. Ora aspetterò 30 giorni prima di fare la stalker telefonica.
    Vi tengo aggiornati, grazie a tutti per le info e per il supporto

    R.

    • Massimo on 12 aprile 2016 at 6:56 pm ha detto:

      Reclamo attraverso il sito internet, questa è nuova: comunque aspetta e vediamo.
      Io ho ricevuto via mail la conferma dell’avvenuta ricezione del mio reclamo da parte del direttore della mia filiale, che ha poi provveduto a inoltrarlo a ufficio reclami della banca oltre che a verifica ufficio mutui. ”Non appena mi daranno riscontro la contatterò prontamente.” Ora sono in attesa anche io…

    • Selene Puyol on 13 aprile 2016 at 11:21 am ha detto:

      Potresti indicarmi il link da cui poter fare reclamo on line con banca Unicredit.
      Anche io sono nelle tante Vs. situazioni: mutuo 2011 euribor 3M + 1,60% arrotondato allo 0,05% superiore sugli interessi e 5,50% fisso sulla quota capitale (è un muto detto a rata crescente). Da aprile 2015 in pratica la quota interessi mi viene calcolata allo spread senza togliere l’euribor 3M negativo.

  14. Emilio on 7 aprile 2016 at 3:08 pm ha detto:

    Salve,

    anche io ho un mutuo con Unicredit nato il 31/12/2006 e che mi sono accollato a partire da marzo 2014.
    Ho notato anche io che dal 29 Aprile 2015 giorno in cui l’Euribor 3M è diventato negativo il mio tasso di interesse è diventato pari allo Spread e quindi non è stato sottratto il l’Euribor negativo.

    Inizialmente la banca mi aveva detto che quando l’Euribor diventa negativo non si poteva sottrarre allo Spread ma dopo aver insistito dicendo che sul mio Atto del mutuo questa postilla non era presente hanno avviato gli accertamenti con l’ufficio tecnico competente.

    Sto già sollecitando da una settimana la banca per riavere l’accredito, per ora ancora nulla.

  15. Massimo on 5 aprile 2016 at 1:40 pm ha detto:

    Ciao Roberta, tra Abbey, Intesa ed Unicredit il tuo mutuo è un bel caos. Cmq sì, lo spread è un pò alto ma la banca non è tenuta ad abbassartelo: tu ovviamente prova a farne richiesta e buona fortuna. In ogni caso, a meno che non ti abbassino il tasso significativamente (o trovi un altro istituto che ti offra condizioni molto più favorevoli), ti mancano pochi anni alla fine e la gran parte degli interessi già li hai pagati quindi… io non mi dannerei l’anima più di tanto per cambiare.
    Facci sapere l’esito della chiaccherata in banca e ricordati di dire della circolare di Banca d’Italia di cui abbiamo parlato sopra! Non farti impaurire nè prendere in giro: se nel tuo contratto non è previsto un minimo sotto cui l’euribor possa scendere ti aspetta un ricalcolo delle rate.

    • Roberta on 5 aprile 2016 at 1:54 pm ha detto:

      Ciao Massimo,
      grazie per la tua risposta!
      So di non avere grandi margini di manovra per abbattere la rata, ma fossero anche i pochi spicci dovuti all’euribor andato in negativo mi seccherebbe non recuperarli (più che altro ne faccio una questione di principio).
      Ho provato a vivisezionare i documenti relativi al contratto di mutuo iniziale e non ho trovato traccia di nessuna indicazione al riguardo.
      Vediamo che dicono, sicuramente vi terrò aggiornati!
      Grazie ancora e buona giornata :)

      • Dario Pietraroia on 5 aprile 2016 at 8:39 pm ha detto:

        Come già detto da Massimo, dannarti per rinegoziare o surrogare il mutuo magari non ti conviene visto il rapporto guadagni-benefici, anche se sotto i 10 anni di durata oggi si trovano delle condizioni veramente ottime. Ma l’applicazione dell’euribor negativo ti spetta di diritto!

  16. Roberta on 4 aprile 2016 at 11:54 am ha detto:

    Buongiorno a tutti,
    anche io titolare di mutuo con Unicredit, e mi sono accorta solo ora che l’indicizzazione dell’Euribor è fissa allo 0%.
    La cosa è emersa parlando con amici che hanno rinegoziato il mutuo e ottenuto importanti riduzioni sulla rata.
    Io non ho una filiale di riferimento poichè quando lo aprimmo era ancora Abbey National Bank poi assorbita da Unicredit e il c/c di uso e consumo ce l’ho da sempre con Intesa.
    Stamane ho chiesto un appuntamento in filiale per la rinegoziazione, e vorrei andare a discutere di:
    - riconoscimento euribor negativo
    - abbassamento spread (attualmente 1,60)
    - paventare ipotesi surroga altrove

    Non ho capito bene poi come calcolare/verificare l’eventuale mio credito nei loro confronti; dai commenti precedenti vedo che chi si è trovato nella mia (e di molti altri) stessa situazione ha ricevuto un riaccredito, giusto?

    Altra domanda, trattandosi di un mutuo stipulato nel 2003 per 20 anni, considerando che stando al piano di ammortamento iniziale ora sto pagando per ogni rata circa l’85% di quota capitale, c’è un effettivo margine di convenienza nella richiesta di rinegoziazione secondo voi?

  17. Davide on 4 aprile 2016 at 7:45 am ha detto:

    ora anche euribor.it ne parla!!
    Io sto sempre attendendo il ricalcolo con riaccredito delle somme pagate in eccesso… ho nuovamente sollecitato tramite mail la cosa alla sede di Verona chiedendo quali fossero le tempistiche….ma ZERO risposte fin’ora!

    http://www.euribor.it/news/euribor-negativo-giusto-calcolo-tasso/

  18. mariachiara on 31 marzo 2016 at 5:57 pm ha detto:

    Anche a me è successa la stessa cosa con Unicredit. Da un casuale controllo ho scoperto che la rata è rimasta invariata da luglio 2015 (quando ha cominciato a scendere l’euribor) e la consulente della mia filiale, pure in modo scocciato, mi ha fatto notare che “nessuna banca scenderebbe sotto lo zero e tutte manterranno euribor pari a zero e non negativo!”. Mi parlava come se fossi una deficiente solo a pensarlo… Però una somma con addendo negativo più un positivo la sappiamo fare tutti, giusto? Trovo agghiacciante che banche del calibro di Unicredit “ci provino”, perfettamente consapevoli di essere truffaldine e aspettino che siano i clienti a pretendere il giusto… Tutti quelli che sono meno accorti e non bazziccano internet rimarranno fregati in silenzio. Non è tollerabile!!
    Ho scritto reclamo intimando il conguaglio arretrati a credito e il ricalcolo della rata però secondo me non deve finire così, le associazioni consumatori stanno a guardare? Anche a me la signora della banca ha detto che ero la prima a lamentarsi.

    • Massimo on 1 aprile 2016 at 7:17 pm ha detto:

      Hey Mariachiara ciao, benvenuta nel club!
      Io sto avvisando più gente possibile, anche via social, e, ad esempio, i miei vicini hanno scoperto, grazie a me, di avere il nostro stesso problema ma con la Popolare di Vicenza.
      Nel frattempo ho mandato una mail al direttore della mia filiale Unicredit per avere conferma della ricezione del mio reclamo: ha risposto affermativamente dicendo che l’ha girata all’ufficio competente e che, non appena avrà notizie, mi avviserà tempestivamente. Ora aspetto 30 giorni, se non otterrò risposta andrò via Arbitro Bancario.
      Una domanda: cosa hai risposto all’affermazione della consulente ”nessuna banca scenderebbe sotto lo zero e tutte manterranno euribor pari a zero e non negativo”? Sono curioso.
      Stay tuned!

  19. andrea on 23 marzo 2016 at 9:53 pm ha detto:

    Anch’io ho scoperto solo pochi giorni fa che la Banca d’Italia si è espressa in merito già lo scorso 5 Febbraio.

    Riporto le osservazioni:

    “In particolare, Banca d’Italia ha previsto gli intermediari dovranno:

    a) attenersi a uno scrupoloso rispetto della normativa di trasparenza e correttezza e alla rigorosa applicazione delle condizioni pattuite con la clientela. In particolare, gli intermediari dovranno astenersi dall’applicare di fatto clausole di c.d. “tasso minimo” (“floor clause”) non pubblicizzate e non incluse nella pertinente documentazione di trasparenza e nella modulistica contrattuale;

    b) verificare che gli applicativi e le procedure in uso, nel caso in cui i parametri di indicizzazione assumano valore negativo, determinino correttamente il tasso d’interesse applicabile a ciascun rapporto e l’ammontare degli interessi tempo per tempo dovuti;

    c) condurre sollecitamente una verifica delle condotte sinora seguite nella determinazione degli interessi dovuti e provvedere alle conseguenti restituzioni nel caso in cui tali condotte risultino in contrasto con quanto precisato al punto a); in tale ipotesi andrà resa un’informativa specifica alla Banca d’Italia.”

    http://www.apivenetofidi.it/in-primo-piano/tassi-contrattuali-parametrati-a-indici-euribor-eonia-ecc-con-valori-negativi-chiarimenti-della-banca-ditalia

    http://www.dirittobancario.it/news/controlli-interni/tasso-floor-finanziamenti-tasso-indicizzato-indicazioni-banca-d-italia-su-trasparenza-e-correttezza

  20. Massimo on 22 marzo 2016 at 5:30 pm ha detto:

    Per tutti: leggete questo articolo de ‘Il Sole 24 Ore’ .
    Sull’argomento di cui stiamo parlando è intervenuta anche Banca d’Italia e ora, davvero, zero scuse!
    http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2016-03-10/bankitalia-stop-soglia-zero-se-tassi-sono-negativi-073405_PRV.shtml?uuid=AClSRTlC

  21. Massimo on 18 marzo 2016 at 2:54 pm ha detto:

    …e io che pensavo di essere il solo! Mutuo stipulato con Unicredit nel settembre 2004, euribor 3 mesi + spread 1,25: dalla rata di giugno nessun cambiamento! Seguirò i vostri consigli e teniamoci in contatto, un saluto da Padova.

    • davide on 22 marzo 2016 at 10:24 am ha detto:

      noto che UNICREDIT ci macina alla grande con questo Euribor negativo….complimenti alla sua onestà!
      Massimo ti conviene presentare reclamo e poi aggiorniamoci qui sugli sviluppi…per il momento io non ho ancora ricevuto il riaccredito delle somme pagate in eccesso ne tantomeno il ricalcolo della quota interessi aggiornata come dovrebbe essere normalmente! Pure io sono del Veneto, prov. BL

      • Massimo on 22 marzo 2016 at 4:41 pm ha detto:

        Io sono andato in banca ieri ed ho avuto un colloquio con il direttore che si è dimostrato sorpreso del ‘problema’ dicendomi anzi che io ero il primo cliente che manifestava un inconveniente simile. Mi ha detto di scrivere una mail, con scritto il mio caso, ed inviargliela così che lui la potesse girare in sede per le verifiche del caso e mi ha rassicurato dicendo che, se nel contratto non ci fossero clausole che impedivano un euribor negativo, il tasso avrebbe dovuto adeguarsi di conseguenza.
        Ora attendo la risposta e le mosse della banca.
        Da notare che, prima di parlare col direttore, ho incontrato una consulente che, dopo aver ascoltato il mio’racconto’ ha tentato di liquidarmi con la frase ‘la banca non applica euribor negativo!’… ovviamente le ho risposto fermamente ‘mi faccia vedere dove è scritto questo nel mio contratto’ ed allora si è alzata ed è andata dal direttore facendomi poi parlare con lui.
        Appena ho notizie nuove, le scriverò.

  22. roberto on 8 marzo 2016 at 4:39 pm ha detto:

    Prendo atto che non sono l’unico ad aver fatto un reclamo a banca UNICREDIT per chiedere l’applicazione dell’euribor negativo, a giorni dovrebbero rispondermi!!! Sarà mia premura scrivere qui la risposta a mè data. A proposito avevo telefonato al numero verde verso settembre 2015 per chiedere spiegazioni in merito, e sono pure stato trattato male, come se io volessi rubare soldi a loro ma!!!! Mi sono sentito dire “vada in una filiale della sua zona gli spiegheranno loro come funzionano queste cose IL TASSO APPLICATO AL MUTUO NON PUO’ SCENDERE SOTTO LO SPRED APPLICATO DALLA BANCA ” il tutto detto con tono scocciato!
    Vi aggiornerò al più presto

  23. Davide on 7 marzo 2016 at 10:11 am ha detto:

    io sincaramente avrei pensato di andare direttamente alle IENE…per far aprire gli occhi un po’ a tutti! Comunqe anche un’ associazione consumatori DEVE essere al corrente di quanto sta succedendo! … Questi a mio avviso stanno fregando una marea di persone …

    Io personalmente ho seguito l’indicazione di ANDREA letta sopra, e dopo aver chiesto conferma ad un amico direttore in altro Istituto, in relazione al mio contratto stipulato nel 2005, ho presentato reclamo alla sede UNICREDIT di BOLOGNA, ufficio reclami, poi dirottano loro le richieste alla sede di competenza.

    Anche a me il direttore della filiale disse che sotto lo SPREAD non possono scendere, ma io clausole all’interno del mutuo non ne ho, è arrivato persino a dirmi che c’era una legge specifica in merito ( di cui non ho mai ricevuto la mail che gli ho richiesto per conferma! )

    sono RIDICOLI!!!

  24. Angelo on 4 marzo 2016 at 7:51 pm ha detto:

    Andato oggi alla filiale Unicredit dove ho contratto un mutuo a tasso variabile, premetto che sul contratto non ci sono clausole sull’euribor negativo, ma la banca me lo calcola zero, il direttore cadendo dalle nuvole mi dice che sono l’unico a fare queste richieste e che non ha direttive in merito, poi mi dice che con uno spread a 0,70 posso stare contento , gli ho risposto che quando pagavo il mutuo al 5% i contenti erano loro e che le clausole le avevano fatte loro.intanto scriverò all’ufficio reclami.
    Senza contare che c’è stata anche la truffa sul valore dell’euribor tenuto artificiosamente alto e di cui non si sa niente, tenuto vergognosamente sotto silenzio ….

  25. AndB on 3 marzo 2016 at 3:27 pm ha detto:

    Buongiorno, anche io ho un mutuo a tasso variabile a 3 mesi stipulato nel 2006 con UNICREDIT e anche io ho notato che da Aprile 2015 la rata non è più diminuita.
    Ho provato a parlare in filiale ma ho ricevuto risposte poco esaurienti ed addirittura seccate quasi gli stessi facendo perdere tempo…. insomma pacche sulle spalle quando le cose andavano bene a loro e pagavo una botta di rata…. adesso mi guardano male e mi sento a disagio quando vado a chiedere spiegazioni…..
    Mi potete spiegare meglio come avete presentato reclamo ?
    Inoltre vi chiedo: sarebbe chiedere troppo se oltre alla restituzione del denaro chiedessi anche gli interessi con i tassi che mi avrebbero applicato per l’extrafido? Sono un po “arrabbiato”….. grazie per ogni risposta!

  26. Davide on 26 febbraio 2016 at 3:13 pm ha detto:

    Io ho inoltrato reclamo a fine Gennaio, sempre banca UNICREDIT, in quanto nel contratto non ho alcuna indicazione circa l’impossibilità di applicare EURIBOR NEGATIVO! Oggi ho appena ricevuto comunicazione dalla Sede preoposta la quale mi risponde che, senza entrare nel merito della questione sollevata e per mero spirito conciliativo, ha accolto la mia richiesta di ricalcolo interessi pagati con reale applicazione valore EURIBOR NEGATIVO!
    Mi sembra quasi una presa per i fondelli sinceramente! Ma chissà quanta gente stanno fregando questi…

    • Andrea on 6 marzo 2016 at 4:31 pm ha detto:

      Mero spirito conciliativo? Sarei dell’idea di raccogliere i reclami o ricorsi finora presentati ed inviarli ad un’ associazione consumatori oppure inviare un esposto alla procura.

      • Davide on 7 marzo 2016 at 10:42 am ha detto:

        si…mero spirito conciliativo, ho riportato le testuali parole scritte nella mail!!
        Una gran presa per i fondelli siceramente, mi sono fatto una risata! Oltretutto non entrano nel merito della questione sollevata … passano ancora loro per i benefattori !

    • Roberta on 16 maggio 2016 at 12:41 pm ha detto:

      Stessa risposta ricevuta oggi per raccomandata!!!!

      • Massimo on 16 maggio 2016 at 9:08 pm ha detto:

        Quindi hanno accolto anche il tuo reclamo, bene! Io spedisco la raccomandata domani con in allegato la comunicazione di Bankitalia: ho scaricato la lettera per il reclamo da Altroconsumo di cui sono socio.

      • davide on 20 maggio 2016 at 9:34 am ha detto:

        Allegria!! Sono proprio 4 dementi quelli di Unicredit….si spacciano pure per i BENEFATTORI che ti regalano soldi!!
        Sono felice che anche tu sia riuscita ad ottenere quanto richiesto!

        Ora tifiamo per Massimo! ;-)

  27. Luciano on 26 febbraio 2016 at 9:56 am ha detto:

    Ben fatto e anche io con Unicredit ho lo stesso problema (dopo la ricapitalizzazione del post ad profumo sembra che vogli ad no recuperare quanto sborsato dagli azionisti) e ieri in filiale mi e’ stato detto che da sempre i mutui Unicredit hanno un spread che nn puo’ andare in negativo ma il mio mutuo del 2011 e quello di mio figlio 2012 nn lo contemplano andro’ avanti Ladri Legalizzati Bancari prov la spezia

  28. Davide on 12 gennaio 2016 at 1:33 pm ha detto:

    Grazi Andrea per le informazioni che ci fornisci. Il reclamo l’hai effettuato ON LINE oppure presso la tua filiale? Parlo sempre di banca UNICREDIT
    Io penso di rivolgermi all’associazione consumatori, dopo il secondo incontro con il Direttore NON ho ottenuto alcuna spiegazione in merito!
    Attendo news…

    • andrea on 17 gennaio 2016 at 9:45 am ha detto:

      Buongiorno, finalmente ieri ho avuto risposta dalla banca ( sempre unicredit): a decorrere da Aprile 2015 mi viene ricalcolato il tasso di interesse applicando la somma algebrica “parametro di riferimento + spread”.
      Mi vengono quindi restituiti gli interessi non dovuti per il 2015 e ho già potuto verificare online l’adeguamento dell’importo delle prossime rate al tasso di interesse corretto.
      Per quel che riguarda il reclamo, io l’ho presentato con raccomandata a.r a
      Unicredit, Customer Satisfaction & Claims Italy, Via del Lavoro 42, 40127 Bologna.
      Mi sono poi rivolto all’Arbitro Bancario Finanziario presentando un ricorso presso la filiale della Banca d’Italia della mia città.
      Sul sito http://www.arbitrobancariofinanziario.it ho trovato tutte le informazioni necessarie per l’inoltro del ricorso.
      (p.s. unicredit mi ha già anche riaccreditato i 20 euro del bonifico effettuato alla Banca d’Italia per l’avvio della pratica)

  29. Andrea on 19 dicembre 2015 at 7:46 am ha detto:

    Buongiorno, dopo il reclamo inviato in Ottobre ho ricevuto una risposta molto generica: ” la banca effettuerà approfondimenti…” e null’altro.
    La settimana scorsa ho inoltrato reclamo all’Arbitro Bancario Finanziario: vi terrò aggiornati sugli sviluppi.

  30. Andrea on 18 dicembre 2015 at 10:39 pm ha detto:

    Buonasera, al reclamo di Ottobre ho ricevuto solo una risposta molto generica: ” l’ argomento è oggetto di approfondimenti”.
    Dato che sono passati ormai quasi 2 mesi dall’invio del reclamo e non ho avuto risposta soddisfacente la scorsa settimana ho inoltrato ricorso all’Arbitro Bancario Finanziario.
    Vi terrò informati sugli sviluppi

  31. Davide on 30 novembre 2015 at 2:10 pm ha detto:

    Buongiorno,
    pure a me con UNICREDIT ( euribor 3 mesi arrotondato allo 0.05 superiore ) , dalla rata di Maggio in poi le rate rimangono come da previsione relativa al mese di aprile 2015… trovo alquanto strana la cosa essendo dai miei calcoli calato di un -0.10 l’euribor da aprile ad Ottobre. Ho segnalato al Direttore la cosa ma non ho ricevuto esaustive spiegazioni….Nel contratto stipulato nel 2005 NON ci sono clausole che richiamano l’impossibilità che l’euribor in negativo non venga applicato per cui chiedo anche a voi se il reclamo che avete effettuato ha portato buoni frutti! grazie

  32. Andrea Zancola on 8 ottobre 2015 at 5:23 pm ha detto:

    Buongiorno, ho un mutuo a tasso variabile, con revisione mensile, con parametro di riferimento
    Euribor 1 mese. Fino ad Aprile le rate sono state in continua discesa, da Maggio pago una rata “costante”, in pratica pago un tasso di interesse uguale allo spread, come se l’EURIBOR fosse uguale a zero.Sto inoltrando reclamo alla banca (UNICREDIT)

    • Dario Pietraroia on 9 ottobre 2015 at 3:44 pm ha detto:

      Se nel contratto di mutuo non è prevista una clausola che impedisce al tasso di scendere sotto lo spread dovrebbe avere diritto all’applicazione del tasso negativo. in questo articolo de “il sole 24 ore” spiegano come molte banche (inclusa UNICREDIT) siano corse ai ripari aggiungendo tale causa nei nuovi contratti. Controlli bene il suo contratto e, se dovesse mancare tale causa, inoltri il suo reclamo, magari minacciando di rivolgersi a qualche associazione di consumatori.

    • Angelo on 30 ottobre 2015 at 10:34 pm ha detto:

      Buonasera, ritrovandomi per i mese di novembre nella stessa situazione con Unicredit, volevo sapere se il reclamo avesse prodotto effetti. Grazie.

    • mauro on 10 marzo 2016 at 2:49 pm ha detto:

      Scusa, ma hai un modulo prestampato per reclamare . se si me lo potresti inoltrare.
      Grazie Mauro Vecchi
      mau.vecchi@virgilio.it

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


1 + = sei

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Post Navigation

Condividi!